Introduzione al Piano

Il Piano Strutturale, quale Variante generale del Piano Strutturale precedente, è stato approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n° 26 del 07-07-2012, il cui avviso è stato pubblicato sul B.U.R.T. (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana) n° 40 del 03-10-2012, data dell'entrata in vigore.L'avvio del procedimento, di cui alla Deliberazione di Consiglio Comunale n° 11 del 04-03-2011, è stato effettuato in adempimento a quanto previsto dall'art. 15 della Legge Regionale n° 1 del 03.01.2005 recante "Norme sul governo del territorio" e conteneva le prime linee di indirizzo, la relazione del redattore e un primo quadro conoscitivo.

Il Piano Strutturale (PS), introdotto dalla leggi regionali toscane sul governo del territorio (L.R. 05/1995 ; L.R. 01/2005), è lo strumento di pianificazione territoriale a scala comunale.
Il PS, insieme al Regolamento Urbanistico (RU), sostituisce il Piano Regolatore Generale (PRG), in particolare

  • il PS rappresenta la parte strutturale e identitaria del territorio attraverso il quale si compiono le scelte strategiche di assetto e sviluppo per il lungo periodo;
  • il RU rappresenta la parte operativa per il governo del territorio, attraverso il quale si gestisce la disciplina ordinaria in merito agli interventi sul patrimonio esistente (insediativo, agricolo, ambientale) e quella relativa alle aree oggetto di trasformazione (piani attuativi e aree da espropriare).

Sulla base di un protocollo di intesa interistituzionale siglato in data 15.06.07 tra il comune di Bagnone e la provincia di Massa Carrara è stata prevista la cooperazione tra i due Enti per la redazione del “Progetto pilota” finalizzato alla formazione coordinata della variante generale al piano strutturale comunale, in coerenza e conformità con il Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Massa-Carrara (PTC, in corso di aggiornamento) e il Piano di Indirizzo Territoriale della Regione Toscana (PIT), ai sensi dell’art. 27 della L.R. 01/2005.


In riferimento ai principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza dei diversi soggetti istituzionali interessati al governo del territorio, il “progetto pilota” del PS di Bagnone ne costituisce un modello di sperimentazione.

File da scaricare

Piano Strutturale - Variante generale